Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce



 

 

¤ United States Of America

¤ Progetto INSOMNIA 

¤ Beta Research

¤ Il mostro di New Orleans

¤ Il mondo dello spettacolo

¤ Economia

¤ Humor

 




 

Stati Uniti d’America, 2016

Il Paese è diviso dai dibattici politici, dalle elezioni Presidenziali imminenti, dalla crisi economica globale e dilagante.
Da Washington, e su ogni canale di News, politici ed economisti sostengono che la ripresa sia in atto e che gli Americani possano finalmente tirare un sospiro di sollievo.
Le accecanti e sfarfallanti luci delle città che non dormono mai sembrano confermarlo, a dispetto di saracinesche abbassate per sempre, delle attività che sorgono sulle spoglie di quelle che non ce l’hanno fatta, dei cartelli che ne annunciano la chiusura o delle abitazioni in vendita a poco prezzo:
that’s business, man!

Il fallimento di tanti significa un affare pronto per chi sa coglierlo: se c’è un Paese in cui il successo e la spregiudicatezza la fanno da padroni, questi sono gli Stati Uniti.
Il guadagno e il prestigio del posto di lavoro contano molto di più dello stato d’animo di una persona.
La posizione sociale, gli zeri in busta paga e l’educazione ricevuta sono il lasciapassare per gli ambienti che contano, per i piani alti dei grattacieli da cui osservare il mondo.
Sono ciò che definisce chi sei.
Poco importano i sacrifici, lo stress, il dover calpestare gli altri o le rinunce: tutto pur di arrivare lontano, tutto per non farsi mancare nulla.

Nulla a che spartire con le vite grige e mediocri di chi vive nei sobborghi di periferia o, persino, nelle graziose casette a schiera che gridano di uniformità, di massa, di chi deve contare ogni singolo dollaro. Appartengono a milioni di anonime persone soddisfatte delle proprie vite, incapaci di una crescita sociale o privi delle possibilità per migliorarsi.
Un Paese dove l’identità si misura col guadagno, dove prima di
ObamaCare persino la sanità era in vendita per i privilegiati che potevano permettersela.

Gli USA sono contraddistinti da questo spaccato sociale elitarista che si riflette sui consumi e sulle abitudini, persino su quelle alimentari: acquisti dettati dalle costose diete del momento, dai prodotti Organic, dai consumi responsabili, dagli stili di vita attivi e sani promossi dalla Casa Bianca e dalla First Lady, contrapposti a quelli economici ma dannosi dei fastfood, del McDonald’s esportato in tutto il mondo come un marchio della vita americana, degli scaffali infiniti di prodotti formato famiglia.

Un Paese dove l’abbondanza veste la taglia XXL e dove le home deliveries e i supermarket aperti 24 ore su 24 permettono di assecondare ogni desiderio, ogni capriccio, senza alcuna attesa. Un luogo dove chiedersi cosa sia realmente necessario è diventato ormai superfluo.

Un Paese strabiliante, certo. Capace di presentarsi egoista e opportunista pur mantenendo una splendida facciata di patriottismo nel contrastare le minacce quotidiane. Capace di mostrarci ricchi business man rifiutare un dollaro ad un mendicante e, contemporaneamente, interi quartieri pronti a ribellarsi davanti ai soprusi della polizia, uniti in un muro di solidarietà.

 
Tutto questo è l’America.

  

 

 

 

 


 


Problemi ad addormentarti?
Difficoltà a riposare correttamente?
Forse non sai che l'insonnia è il disturbo del sonno più comune negli Stati Uniti.
La National Sleep Foundation stima che circa 40 milioni di Americani ne soffrano annualmente.

Ti senti pigro?
Privo di energie?
Ansioso?
Irritabile?
Trovi difficoltoso restare attento, ascoltare, ricordare, apprendere o portare a termine semplici attività quotidiane?

La mancanza di sonno può causare tutto questo.
Ma l'insonnia è spesso un campanello d'allarme per disturbi correlati, quali:
stress, ansia e depressione, problematiche respiratorie e cardiovascolari, abitudini notturne inadeguate o cattiva alimentazione, cambiamenti ambientali o abitudinari.
L'insonnia è un peso sociale, causa frequenti assenze dal lavoro, scarsa produttività, tensioni nelle relazioni interpersonali e lavorative, nonché alti costi per la sanità.

La Beta Research, fondata all'inizio del Millennio, ha fatto del migliorare la vostra salute e il vostro benessere la sua missione, attraverso studi rivoluzionari, all'avanguardia e innovativi.
Tramite un'attenta e pianificata sperimentazione mette al vostro servizio esperte equipe mediche per affrontare e risolvere i vostri problemi.

Chiunque può soffrire di insonnia.
Domani potresti essere tu.
Cambia il tuo stile di vita.

Cerchiamo ricercatori, medici e volontari, che monitorino e si sottopongano a moderni ed avanzati test osservazionali psico-cognitivi in un ambiente altamente controllato.
Cospicua remunerazione.
Non perdere tempo.
 

Unisciti adesso al Progetto INSOMNIA.