Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

Introduzione

Sogno di una notte di fine inverno

Durante il carnevale, gli uomini indossano una maschera in più. (Xavier Forneret)

Tutta la vita umana non è se non una commedia, in cui ognuno recita con una maschera diversa, e continua nella parte, finché il gran direttore di scena gli fa lasciare il palcoscenico. (Erasmo da Rotterdam)

Il Carnevale è un momento di rinnovamento, che festeggia la fine dell’inverno e l’ingresso in una stagione di rinascita. Dietro la maschera ognuno trova una nuova libertà e può sperimentare al di fuori di se stesso. Quest’anno vi proponiamo di viverlo per un intero fine settimana non solo indossando un costume ma trasformandovi nel personaggio che esso rappresenta. Che diveniate un giullare dalle propensioni poco ortodosse o una conversa intimidita dalle sue responsabilità, un giovane maniscalco in cerca di fortuna o un machiavellico balivo in difesa dello status quo, Terre Spezzate vi farà vivere un’avventura magica, una commedia fuori dagli schemi, una immersione in un mondo fuori dal tempo.

Sogno di una notte di fine inverno è un evento di Gioco di Ruolo dal Vivo completamente autoconclusivo: i partecipanti interpretano i protagonisti di una narrazione corale che si modella, si sviluppa e si conclude in due giorni di gioco grazie alle loro azioni. Il gioco si basa sostanzialmente sulla recitazione e sull’interpretazione libera dei giocatori. I partecipanti si troveranno in una situazione molto simile al set di un film fantastico e fiabesco, dove qualunque azione essi vogliano compiere nel gioco sarà semplicemente da compiere fisicamente. Il sistema di gioco è pensato per andare incontro alle esigenze dei giocatori più esperti come a quelle dei neofiti

Il luogo nel quale giocheremo è un villaggio rustico immerso in una valle montana. Il forno, gli animali della fattoria e le strutture saranno da cornice al luogo senza tempo nel quale l’evento si svolge.
In questo tranquillo villaggio, abitudinario e bigotto, giunge un gruppo di stranieri, una compagnia errante che si esibirà in occasione dell’inizio della primavera e muterà gli equilibri, portando assieme all’intrattenimento la novità e l’esotismo. 

Dopo gli eventi tragici e l’atmosfera cupa e drammatica de La fortezza dei vinti, Terre Spezzate propone un evento dal mood giocoso e fiabesco, che non rinuncia ad un ambiente fantastico ma si distacca dal fantasy medievale e fa entrare i suoi giocatori in un mondo di Fiaba che ha radici nell’immaginario collettivo europeo.
L’evento per la prima volta è completamente indipendente dall’ambientazione di Terre Spezzate: i personaggi, le vicende, le trame e lo stesso mondo di gioco sono scritti e pensati appositamente per Sogno di una notte di fine inverno. Lo stile di gioco è innovativo e focalizzato sull’interpretazione, meno fisico e agonistico di quello tipico di un live fantasy.
La Rivoluzione è iniziata con successo e continua innovando e rinnovandosi, alla ricerca di giocatori incalliti che vogliano sperimentare e di curiosi che si avvicinano per la prima volta al mondo del Gioco di Ruolo dal Vivo!  

Tutti dettagli necessari per giocare saranno messi a disposizione dei partecipanti nelle prossime settimane, su Facebook e su questo sito.

Gli abitanti di Witzenburg e la Straordinaria Compagnia Errante di Balthasar Lunenciel

L’evento prevede due tipi di personaggio: gli abitanti del villaggio, abitudinari, bigotti, inseriti in una dimensione realistica e quotidiana; e i teatranti venuti da fuori, estrosi, esotici, misteriosi, esibizionisti e sopra le righe, che sconvolgeranno la quiete e le piccole ipocrisie di Witzenburg. Quale tipo di personaggio interpretare è quindi una decisione fondamentale che devi prendere prima di partecipare all’evento. Leggi la pagina Personaggi per una descrizione più approfondita dei due gruppi.

Ispirazioni

Sogno di una notte di fine inverno è un evento di larp fuori dal comune: Terre Spezzate tenta di portare nel mondo del GRV, senza pretese eccessive, riflessioni e temi profondi e esplorati nei più vari ambiti culturali nel corso dei secoli: il tema della maschera, quello dell'ipocrisia, lo scontro tra l'esotismo e il rassicurante mondo del quotidiano, il tema del sogno, e molti altri.

Ecco dunque sorgere quasi naturalmente un breve elenco di testi, commedie, film e quant'altro, che sono stati di ispirazione per gli sceneggiatori dell'evento, e che vorremmo suggerirvi di conoscere prima di partecipare, per essere giocatori più consapevoli e vicini all'idea di fondo di Sogno.

Per quanto riguarda il Teatro, come suggerisce il titolo dell'evento, la principale fonte di ispirazione è Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, ma anche altre sue opere, ad esempio Come vi Piace o Molto rumore per nulla. Centrale è poi tutto il mondo della Commedia, da Aristofane a Goldoni, con speciale interesse al teatro di strada e alla Commedia dell'Arte.

Alcuni fumetti condividono con Sogno... temi profondi: in particolare, la riduzione di Gaiman di Sogno d’una notte di mezza estate per la serie Sandman, e The last temptation, sempre di Gaiman. Tra le altre produzioni letterarie, una menzione a parte merita Il popolo dell’autunno di Bradbury. Infine, per quanto riguarda la filmografia, consigliamo la visione de Il viaggio di capitan Fracassa di Scola, ma anche del più recente Parnassus di Gilliam. Tra le serie TV, vi ricordiamo Carnivàle di Knauf, prodotta dalla HBO. 

Se vogliamo, il mood generale di Sogno... sarà molto simile anche anche a quello delle commedie brillanti, per esempio Il Ciclone di Pieraccioni. Ma ricordate di evitare i cinepanettoni, i vari Vanzina e prodotti simili: Sogno... cerca di essere una Commedia, non una pagliacciata!

 

Ispirazioni

Nessuna immagine
Nessuna immagine
Nessuna immagine

Fantastico, indimenticabile, ben organizzato, regolamento semplice e comprensibile…