Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

Ma come ti vesti? Collezione inverno/inverno 2016

16-01-2017
oltre la Barriera le minacce sono dietro l’angolo...

 

Collezione inverno-inverno 

Come già anticipato, il larp Oltre la Barriera (evento facebook) richiede un costume più tecnico, articolato e complesso dei soliti. Vogliamo che rimaniate caldi e asciutti, ma non rinunciamo allo standard estetico alto di cui TS va molto fiera. Complice la neve e i nostri super-fotografi avrete delle foto da mille likes; sarebbe un peccato rovinarle con “l’impermeabile giallo fluo”.

 

 

Re-cap abbigliamento tecnico:

Ogni costume dovrà avere alla base un buon abbigliamento tecnico (vedi paragrafo "Come sopravvivere" sull'annuncio del larp).

Calzamaglia, maglietta termica e guanti.
Un pile/maglione e dei pantaloni. Prestate attenzione! La parte sotto la cintura dovrà essere quanto più possibile impermeabile; i calzari in primis, ma anche i pantaloni: il livello della neve potrebbe superare quello del vostro stivale (o della vostra ghetta).
Indossate dei caldi calzettoni di lana (e non dimenticate quelli di ricambio).
I doposci sono perfetti per le camminate nella neve!
Ribadiamo l’importanza di evitare i capi di cotone! meglio la microfibra o la lana (tiene caldo anche da bagnata a differenza del cotone).

Qualche link utile: intimo termico e sottoguanti sul sito DecathlonTessuti : spugna, o meglio pile (e ancora pile). Tenete presente che il pile è più economico ed idrorepellente della spugna.

Ora che avete il vostro abbigliamento tecnico, siete caldi e asciutti, bisogna lavorare per trasformarlo in un costume fighissimo!

 

 

Soluzione per i guanti

Guanti molto caldi e impermeabili o quasi (es. di pelliccia di montone, anche moffole), oppure sottoguanti in microfibra + guanti di pelle, oppure guanti da sci o da moto, mascherati con un guanto elastico di lana scura. LINK: Guanti di lana elastici (oppure più economici); guanti di pelliccia, oppure altro modello, oppure moffole di pelliccia ; sottoguanti

 

Soluzione per i calzari

Il nostro consiglio è di indossare dei doposci, alti imbottiti e impermeabili (si trovano a prezzi davvero stracciati oramai). Camuffateli con stoffe varie e assicurate il tutto con dei lacci resistenti o addirittura (per i più esperti) cucite il tessuto sulla superficie della scarpa.

NON indossate i soliti stivali medievali, hanno un pessimo isolamento termico e una pessima resistenza all’acqua, anche con calzettoni e spray impermeabilizzanti di sorta; e per quanto possa divertirci staccarvi le dita congelate, non vorremmo ritrovarci a farlo!

LINK doposci Decathlon da 40€; oppure altro modello con suola comoda a 26€; oppure doposci Decathlon super-economici (13€) che richiedono un po' più di mascheratura

 

Le seguenti dritte, pensate e sviluppate dal nostro reparto moda, vi aiuteranno invece nella scelta del costume.

 

Guardiani della Notte

Black is the new black!

 

Un costume generico da larp va benissimo, l’importante è che mantenga le tonalità del nero, camicia/maglione e armatura in cuoio, gambeson nero etc. 

La particolarità che subito etichetta un pg come guardiano della notte è l’abbinata pelliccia nera-mantello. Sarebbe fichissimo se tutti i guardiani avessero la pelliccia e il mantello neri (vi sproniamo a consultarvi a vicenda per trovare un ingrosso o altro dove recuperarne). 

Questi ultimi vi scalderanno come le braccia delle donne di Città della Talpa, per tutta la durata del live.

Assicuratevi che il vostro mantello abbia il cappuccio e avvolgetevi il capo in uno scampolo di lana nera che vi copra (perchè no) anche il viso.

 

La cintura!

Non sottovalutate l’importanza di questo elemento, influisce in modo significativo sul vostro costume; agghindatela di scarselle, foderi e borracce. 

 

Popolo Libero

Il vostro costume richiede un poco di lavoro manuale e qualche ora di preparazione, ma nessuna capacità artistica.

La pelliccia costituisce sicuramente la componente fondamentale del  costume, ma ha un costo discretamente alto. La soluzione migliore è quella di creare un costume di base (pantaloni e maglia a maniche lunghe) di pile a pelo lungo (di color nero o marrone molto scuro), di spugna (il tessuto per asciugamani e teli mare) sempre nelle tonalità del nero, di lana infeltrita o moquette poco rigida.
Il tutto andrà poi sgualcito e spruzzato con acrilico bianco (non esagerate, ok la fissa con i muri, ma non siete imbianchini) o con bombolette di neve finta

Assicuratevi che il costume sia di qualche taglia in più alla vostra per coprire gli indumenti sottostanti e per ottenere l’effetto pelliccione super-imbottito.
Anche in questo caso la cintura sarà indispensabile; legata “stretta” accentuerà l’effetto super pelliccia. In questo caso non parliamo propriamente di cinture in cuoio ma di corda, pelliccia etc. Una volta creato il costume “base” aggiungete pelliccia a volontà, anche per coprire cuciture evidenti e altri elementi anacronistici; non è sufficiente solo la “pseudo pelliccia dipinta”. Focalizzatevi sulla creazione di un grosso grosso cappuccio in stile eschimese, è molto semplice da creare e vi proteggerà dal freddo!

Infine, recuperate ossa e ossicini (di pollo,di coniglio, di maiale o umani…): potete costruire delle collane o dei ciondoli oppure legarli semplicemente in vita!

 

“l’accessorio non impreziosisce l’abito, ma noi stessi” 

Non dimenticate di consultare le immagini estratte dalla serie tv; vi chiariranno le idee o ve ne daranno molte altre!

 

Life is too short to wear bad stuff in great larps! 

Articolo di Federico Barcella - Vedi anche: sito del larp Oltre la Barriera (ed evento facebook)

 

 

 

10 motivi per giocare a ts

  • 1 Splendide location

    Scegliamo per voi solo le location più belle ed incontaminate.

    >>>
  • 2 Provare è semplice

    Grazie al noleggio integrale e a prezzo di favore dell'equipaggiamento per i neofiti sarebbe una sciocchezza non partecipare almeno una volta!

    >>>
  • 3 Vicini a te!

    Gli eventi di Terre Spezzate si svolgono tra Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia.

    >>>
Leggi Tutti