Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

Black Friday

“Qualcosa rompe la tranquillità di un operoso villaggio di minatori. Quali segreti si celano tra le baite di Liberty Town? Chi deciderà la sorte dei suoi abitanti?”

Ricerca scientifica, attenzione costante alla crescita industriale e al benessere economico e sociale… che cosa accade quando questi fattori ci mettono di fronte a scelte fondamentali? Qualcosa è andato storto a Liberty Town. Il sospetto diventa tensione e la ricerca spasmodica di risposte non trova certezze. Chi conosce la verità? Chi conosce tutta la verità? In un thriller di ambientazione moderna i protagonisti affrontano conflitti tra pace e violenza, tra etica e progresso, tra individualismo e bene collettivo, tra protezione e libertà.

Nuova pietra miliare a un anno da La fortezza dei vinti, Black Friday ha segnato il live n. 100 di Terre Spezzate dalla fondazione e abbiamo davvero voluto fare le cose in grande. Un ambizioso progetto per realizzare un vero e proprio kolossal del Larp italiano: un evento ad alto budget, rivoluzionario sia dal punto di vista narrativo e scenografico, sia come piattaforma di collaborazione senza precedenti tra creativi provenienti dalle realtà più innovative della scena nazionale.

 

Ambientato negli USA dei giorni nostri, Black Friday è stato un live dalle tinte cospirative, con trame ricche di mistero e tecnologia all’avanguardia. Liberamente ispirato alla cinematografia americana di genere, ha richiamato le atmosfere di tensione e pericolo di serie come Twin Peaks, X-Files, Utopia e Lost. Divisi tra abitanti della cittadina mineraria, scienziati al servizio della grande industria e agenti governativi, i partecipanti hanno dovuto dipanare una fitta trama sospesa tra investigazione e ricerca scientifica, muovendosi tra continui conflitti di interesse (e di coscienza) verso uno tra vari possibili finali.

 

Crediamo di esserci superati nella scenografia, vero e proprio strumento di gioco, creando un laboratorio biomedico da campo in stile “E.T.” pieno di prop funzionanti, dalla doccia di decontaminazione a una sorta di tomografo, e una sala operativa militare con carte tattiche, computer protetti e videoconferenza; allestendo nel villaggio un vero impianto di videosorveglianza; procurando autoveicoli in stile (dalla grande monovolume alla jeep) e decorandoli con le sigle delle agenzie governative e targhe imitazione di quelle statunitensi; dotando tutti (attraverso un noleggio obbligatorio) di costumi adatti al ruolo, dallo smanicato con il marchio dell'azienda e il caschetto protettivo per il minatore alla mimetica completa con gibernaggi, granate fumogene e pistole a salve dei militari... e potremmo continuare.

 

Dove: Villaggio delle stelle a Lusernetta (TO)
Quando: dal 14 al 16 novembre 2014, replicato il week-end successivo, dal 21 al 23
Partecipanti: 77 alla “prima”e 75 alla replica; tutte persone diverse giacchè non è stato consentito “ripetere” per lasciare spazio a più gente possibile; ben 60 (il 40%) non avevano mai giocato con Terre Spezzate
Setting: contemporaneo, azione, thriller tecnologico
Struttura: one-shot, ibrida con un episodio introduttivo la prima sera, una notte fuori gioco e poi un giorno e mezzo non stop con riposo in gioco
Sistema di gioco: WYSIWYG, con colluttazioni interpretate e pistole a salve, assenza di chiamate (honor system per il combattimento, codici colore per i gas)
Tecniche: personaggi pregenerati nei loro tratti essenziali, workshop introduttivi, scenografia realistica, effetti speciali di fumo, largo uso di tecnologia diegetica (videoconferenze, walkie-talkie, software e database scritti ad hoc, strumenti diagnostici che restituivano risultati in gioco).
Fotografie: album 1 - 2 - 3 - 4 - 5. Video: playlist 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - totale.

“Black Friday” è stato scritto e prodotto da un collettivo di autori, organizzatori e scenografi provenienti da associazioni e gruppi di gioco di ruolo dal vivo da diverse parti d’Italia. Co-firmato da Chaos League, Cronosfera, iVdM, CINR, oLMo e alcuni battitori liberi di lungo corso, è frutto di idee, competenze e tradizioni creative diverse ma legate dalla stessa passione e dal desiderio di unire le forze per realizzare qualcosa di davvero straordinario. Leggi i credits completi, una recensione sul larp, i commenti su facebook dei partecipanti alla prima e alla seconda giocata.

 

  

Credo che ci sia davvero un valore in questo tipo di "rievocazioni". Avete fatto un grandissimo lavoro, andrebbe portato nelle scuole.